Fatturazione elettronica: un'opportunitą per i commercialisti

 

Le attività del Commercialista saranno molto interessate dai cambiamenti che arriveranno il 1° gennaio 2019 con l'obbligo di fatturazione elettronica.

Per molti questa novità si preannuncia come l'ennesimo adempimento, che porterà con sè un aumento di complessità e difficoltà nella gestione delle attività quitidiane. 

Ma è davvero così? Oppure potrebbero aprirsi nuove interessanti prospettive?
I benefici della Fatturazione elettronica e, più in generale, della digitalizzazione dei processi di imprese e professionisti, sono illustrati in molte ricerche dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica della School of Management del Politecnico di Milano o descritti in siti istituzionali: www.agendadigitale.eu

Talvolta però, i benefici della trasformazione digitale restano teorici e piuttosto lontani dalle attività di tutti i giorni. 

Invece l'avvento della fatturazione elettronica potrebbe portare con sè delle opportunità concrete per i Commercialisti, in termini di offerta di nuovi servizi e miglioramento della collaborazione con i clienti. 

Ecco alcuni esempi di attività che i Commercialisti potrebbero svolgere in merito:

  • Operare da intermediari per l’invio e la ricezione delle fatture elettroniche per conto dei clienti, il che renderà ancora più centrale il proprio ruolo o permetterà di delineare nuove qualifiche (come Responsabile della Conservazione, per esempio)

  • Migliorare il servizio offerto:
    grazie a soluzioni come  Agyo di TeamSystem ad esempio, il commercialista potrà condividere in tempo reale le fatture con il cliente e importarle nel proprio gestionale per tenere la contabilità. Avrà quindi sotto controllo la situazione contabile del cliente in qualsiasi momento. Verrà meno l’incubo delle scadenze e la fatica di dover recuperare le informazioni mancanti. 

  • Spostare il focus dai servizi operativi in ambito contabile e fiscale -  sempre più automatizzati -  all’offerta di nuovi servizi a valore:
    Con la digitalizzazione infatti, i flussi di documenti si trasformano in flussi di dati: tante informazioniche possono essere aggregate sottoforma di reportistica e analizzate per aiutare il cliente nelle proprie scelte e strategie di business: più controllo sulla spesa aziendale ad esempio, sugli scoperti, sulle strategie di acquisto. 
    Attività spesso rimandate dal commercialista per carenza di tempo, scarsità di informazioni e strumenti inadeguati.

Tutte le news