DL 27/11/2013: IMU e Acconti imposte

In merito al DL approvato il 27/11/2013 dal Consiglio dei Ministri (del quale ancora non si conoscono i dettagli ma solamente quanto riportato nello specifico comunicato stampa), in relazione agli argomenti IMU e acconti imposte 2013 siamo a precisare quanto segue:
 

1) Proroga termine pagamento al 10/12/2013 e probabile aumento al 102.5% degli acconti IRES e IRAP dovuti dai contribuenti soggetti a IRES:

a) per i soggetti che non hanno ancora provveduto al versamento degli acconti, non sono necessarie modifiche alla procedura DIRED13; per ricalcolare gli acconti IRES e IRAP con la percentuale maggiorata occorre entrare nella “Tabella Versamenti 760” (TABVER6), modificare le percentuali “Ricalcolo secondo acconto IRES” e “Ricalcolo secondo acconto IRAP” indicando l’aliquota maggiorata (es. 102,50), confermare ed eseguire la funzione 760ACCO al fine di ricalcolare l’acconto con la nuova aliquota

b) per i soggetti che hanno già provveduto al pagamento degli acconti con al percentuale del 101%, per calcolare la differenza tra quanto già versato e quanto ora dovuto con l’aliquota maggiorata, sarà prevista e inviata quanto prima una specifica funzione in DIRED13 che consentirà il calcolo della differenza IRES e IRAP e la generazione di tali importi in F24. 

Riguardo alla proroga del termine di pagamento al 10/12/2013 non sono previste modifiche all’applicativo poiché il versamento è già presente in F24 alla scadenza del 30/11/2013; non si riscontra di grande utilità uno spostamento in F24 di tali tributi dalla scadenza di “Novembre fine mese” a quella di “Dicembre inizio mese”.
 

2) Aumento al 130% dell'acconto IRES e IRAP dovuto per l'anno d'imposta 2013 dalle società del settore finanziario e assicurativo:

stiamo predisponendo un'apposita funzione nella procedura DIRED13 che calcolerà i suddetti acconti con la percentuale del 130%; tale gestione sarà inviata entro i primi giorni della prossima settimana. 
 

3) Abolizione seconda rata dell’IMU 2013 sull’abitazione principale, terreni agricoli e fabbricati rurali:

la versione 2013.3.2 della procedura DIRED13 distribuita il 22/11/2013 consente già di escludere i suddetti immobili dal calcolo della seconda rata dell’IMU 2013. Per ottenere ciò occorre entrare nella tabella TABIMU, nella sezione “Tipologie IMU esenti”, indicare il flag di esenzione nei relativi campi, confermare e, a seguire, eseguire la funzione di “Calcolo IMU”. Per maggiori dettagli si rinvia alle note di release allegate alla suddetta versione.
 

4) Conguaglio IMU 2013 sulle abitazioni principali ubicate nei comuni che hanno deliberato per l'anno 2013 aliquote superiori a quella standard:

il comunicato stampa del 27/11/2013 diramato dal Consigli dei Ministri prevede che circa il 50% del gettito ulteriore (IMU abitazione principale calcolata con le aliquote 2013 – IMU abitazione principale calcolata con l'aliquota standard), atteso dai suddetti comuni, verrà versato dai contribuenti interessati a metà gennaio 2014, alle stesse scadenze già programmate per altri tributi.

Alla luce di tale novità, stiamo analizzando le modifiche da apportare alla procedura DIRED13; non appena queste saranno disponibili (indicativamente prima di Natale) sarà effettuato un aggiornamento di tale applicazione al fine di predisporre il calcolo e relativo versamento di quanto dovuto.

Tutte le news